Ricchi, Poveri e Superciuk

Mi spiace dover ritornare su questo discorso, ma ciò che leggo e sento mi costringe a farlo.

Qualcuno ricorda Superciuk? Era un personaggio di un fumetto, Alan Ford, che rappresentava un “supereroe” un pò particolare, rubava ai poveri per donare ai ricchi, difendeva i ricchi “dall’arroganza dei poveri”. Beh, comincio a domandarmi se non avesse ragione, almeno in parte. Penserete che io sia impazzito, ma , anche se adesso stò chiaramente esagerando, rimane il fatto che si stà diffondendo un modo di pensare piuttosto strano, cioè che i poveri abbiano dei diritti solo perchè poveri; sempre più spesso non è che chiedano aiuto, ma lo pretendono, e questo mi sembra pericoloso.

Essere poveri è diventato uno stato che da, o almeno cosi si vorrebbe, accesso ad un sacco di “privilegi”, case gratis, redditi di cittadinanza, cure e studi gratuiti e chi più ne ha più ne metta, e tutto questo a spese di chi? MA SOPRATUTTO, IN CAMBIO DI COSA?

E’ questo che non sopporto, non capisco perchè chi aiuta i poveri, soprattutto lo stato, lo debba fare, a “fondo perduto”. Perchè io stato non posso pretendere, ad esempio, che i poveri disoccupati che vivono in case popolari contribuiscano alla manutenzione delle stesse con la prestazione di manod’opera? Migliaia di disoccupati che si lamentano delle condizioni fatiscenti dei palazzi pubblici in cui vivono, ma perchè nessuno chiede che si diano da fare per mantenere in condizioni dignitose gli stabili dove abitano?

No, centinaia di migliaia di persone chiedono, anzi, PRETENDONO che lo stato provveda a loro, ma senza che si sentano in dovere di dare qualcosa in cambio ne tantomeno si aspettano che lo stato gli chieda qualcosa, e tutto ciò nel generale silenzio dei media; è assurdo.

Essere poveri non è un merito, non da nessun diritto se non quello di avere la possibilità REALE di poter migliorare la propria condizione, e questo si può fare solo lavorando e impegnandosi. Questo è ciò che devono pretendere i poveri: la possibilità di riscattare la propria posizione, e questo può succedere solo se smettono di aspettare il pesce dal cielo, ma chiedano che gli venga data la possibilità di pescare.  Queste masse di persone giovani che si stanno abituando a vivere di welfare cosi da poter coltivare i propri interessi e la propria libertà stanno distruggendo dall’interno il nostro sistema e creando la situazione che porterà alla caduta della classe media, e non verseremo, verseranno, abbastanza lacrime per le conseguenze di questo spaventoso enorme errore.

superciuk

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *